“Soldatessa sexy, infermiera sexy, poliziotta sexy”: Purim hot in Israele (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Marzo 2014 14:54 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2014 14:54

GERUSALEMME –  Quest’anno il Purim israeliano, specie di carnevale ebraico, è all’insegna di un unico tema: la sensualità. E i genitori si ribellano e attaccano il governo, accusato di non far nulla per fermare questa deriva.

Racconta Maurizio Molinari, corrispondente della Stampa da Gerusalemme, che i travestimenti che vanno per la meglio hanno un comune denominatore: sexy. Poliziotta sexy, infermiera sexy, dottoressa sexy, soldatessa sexy, principessa sexy. Ormai conta poco quel che rappresentano: nei negozi e su internet vengono venduti sotto la stessa denominazione di “costumi sexy”.

La cosa, ovviamente, non poteva passare sotto silenzio nel Paese. A mobilitarsi sono stati soprattutto i genitori, che attraverso l’Associazione israeliana degli avvocati, hanno scritto al ministro dell’Economia e del Commercio, Naftali Bennet, per chiedere di

“porre fine a questa forma di sfruttamento dei minori. Le chiediamo di proibire la vendita di costumi di Purim in tutto e per tutto simili a quelli usati da escort, prostitute e massaggiatrici”.

Alla giustificazione di “impotenza” da parte del ministro, sono fioccate le accuse al governo di “passività” verso un fenomeno “disgustoso”, “un incentivo alle aggressioni sessuali contro i minori”.