Spese pazze Emilia-Romagna, Rita Moriconi: “Mai comprato gadget erotici perché chiedete a me?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 novembre 2014 12:45 | Ultimo aggiornamento: 11 novembre 2014 12:45
 Spese pazze Emilia-Romagna, Rita Moriconi: "Mai comprato gadget erotici perché chiedete a me?"

Spese pazze Emilia-Romagna, Rita Moriconi: “Mai comprato gadget erotici perché chiedete a me?”

BOLOGNA – “Io avrei comprato un sex toy? Neanche per sogno, sono una persona seria e non ho mai messo piede in un sexy shop” dice, intervistata da Repubblica, Rita Moriconi, 40 anni, reggiana, socialista eletta nel listino Pd e coinvolta nell’inchiesta sulle spese pazze dei consiglieri regionali emiliani.

L’intervista a Repubblica

Signora Moriconi, risulta che lei abbia fatto un acquisto in un sexy shop, come lo giustifica?
«A me dispiace deludervi, ma non so di cosa stiate parlando. Io sono una persona perbene, ho famiglia, faccio il mio lavoro politico e negli atti che ho in mano, che mi hanno notificato, questa spesa non c’è né ci può essere».
Però a noi risulta che sia proprio così.
«No guardi, ho l’elenco delle contestazioni sotto gli occhi. Sostengono che abbia fatto spese irregolari, ma riguardanti le solite cose cointestate a tutti i consiglieri, come viaggi non bene motivati. Di sexy shop non c’è nessuna traccia ».
Ma come si spiega che sia uscito proprio il suo nome per quello scontrino?
«Ripeto solo che non ho mai messo piede in vita mia in un sexy shop, sono una persona seria e lo spiegherò ai giudici appena mi convocheranno».