Stefania Pezzopane-Gianni Chiodi. Accusa: ricattati per FOTO e VIDEO hot false

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 luglio 2015 16:25 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 13:45
Stefania Pezzopane-Gianni Chiodi. Accusa: ricattati per FOTO e VIDEO hot false

Stefania Pezzopane e Simone Coccia Colaiuta

L’AQUILA – L’accusa è: un ricatto ai danni di Stefania Pezzopane e Gianni Chiodi per divulgare materiale hard (falso) che li riguardava. Per questo cinque persone sono indagate dalla Direzione distrettuale antimafia dell’Aquila. Ne dà notizia il giornale abruzzese Il Centro. Secondo l’accusa gli indagati avrebbero chiesto soldi sia all’ex governatore per un falso video hard con la sua ex amante Letizia Marinelli, sia alla senatrice del Pd per una foto ritoccata (in modo porno) che la ritrae con il fidanzato Simone Coccia Colaiuta e Fabrizio Corona in una vasca idromassaggio (per vedere la foto clicca qui).

Scrive il Centro: “Indagati per l’accusa di concorso in estorsione sono Gianfranco Marrocchi, 60 anni di Pescara, ma residente a Lucoli (L’Aquila), editore di Tv Più; il regista Giovanni Volpe, 59 anni di Battipaglia (Salerno); Raimondo Onesta, 40 anni di Roma ma residente a Pratola Peligna (L’Aquila) e Marco Minnucci, 29 anni di Fermo ma residente a Porto San Giorgio (Ascoli Piceno).

Sul suo profilo facebook Marrocchi annuncia: “Oggi sono stato rimandato a giudizio x delle vicende politiche che riguardano l’ex governatore dell’Abruzzo e la senatrice Stefania Pezzopane, e la notizia sta facendo il giro dei mass-media, riportata anche in modo disonesto e di comodo.. Sono tutte accuse inventate di sana pianta, e ci sono numerose prove a confortare le mie affermazioni, ma si sa bene che quando si toccano i poteri forti si corrono dei rischi. Io non ho nulla da temere e da nascondere, mentre i politici in questione non credo possano dire la stessa cosa. A breve, ne vedrete delle belle, perchè non sono disposto ad essere la vittima sacrificale di certi discutibilissimi politicanti e di certa magistratura. Nel caso qualcuno non gradisse più la mia amicizia su Facebook, è pregato di dirmelo apertamente e di cancellarsi”.