Tassista violentata a Roma: fermato un uomo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Maggio 2015 18:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2015 19:00
L'identikit dell'aggressore

L’identikit dell’aggressore

ROMA – C’è un fermato per la vicenda della tassista violentata da un cliente a Roma. Si tratterebbe di un italiano che in questo momento si trova in questura dove verrà sentito dagli inquirenti e dai magistrati che stanno lavorando al caso.

L’uomo, un romano di 30 anni, secondo gli agenti corrisponde perfettamente all’identikit fornito dalla vittima, che sta per essere accompagnata negli uffici di via di San Vitale per il riconoscimento all’americana.

La tassista romana di 43 anni era stata picchiata, violentata e rapinata da un cliente venerdì 8 maggio in una stradina isolata di Ponte Galeria, all’estrema periferia di Roma.

Drammatico il racconto della donna, sconvolta, che dopo la violenza ha ricostruito l’accaduto. L’uomo è salito a bordo della vettura nei pressi dell’hotel Ergife e, dopo vari cambi di percorso, si è fatto portare in via Pescina Gagliarda, una stradina sterrata e isolata. Appena la tassista si è girata per farsi dare i soldi della corsa è stata stordita con un pugno in pieno volto. L’aggressore ha abbassato il sedile e abusato di lei costringendola a un rapporto orale. Poi è scappato con i soldi dell’incasso, circa 70 euro, dileguandosi a piedi nelle campagne di Ponte Galeria.

Da venerdì a Roma è caccia all’uomo. La polizia ha anche diffuso un identikit dell’aggressore: maschio, italiano, età 25-30 anni, altezza 165/70, corporatura magra, capelli corti scuri mossi, viso pentagonale, occhi piccoli scuri, sopracciglia sottili, naso medio, bocca media e labbra sottili, carnagione chiara, vestito con camicia jeans, pantaloni scuri, scarpe da ginnastica scure.