Tatiana Samsonova, nonna squartatrice di San Pietroburgo: “Ne ho uccisi 10 in 20 anni”

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 luglio 2015 12:22 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2015 12:22
Tatiana Samsonova, nonna squartatrice di San Pietroburgo: "Ne ho uccisi 10 in 20 anni"

Tatiana Samsonova, nonna squartatrice di San Pietroburgo: “Ne ho uccisi 10 in 20 anni”

SAN PIETROBURGO – Sul suo diario ha scritto di aver ucciso e smembrato almeno 10 persone in 20 anni. Lei è Tatiana Samsonova, un’anziana signora di 68 anni, sospettata di essere la serial killer di San Pietroburgo. La stampa russa l’ha già ribattezzata la “nonna squartatrice“, ma quanto scritto sul suo macabro diario è ancora tutto da dimostrare. La donna è stata ricoverata anche in un ospedale psichiatrico.

Intanto però gli indizi ci sono. Samsonova è stata arrestata perché accusata dell’omicidio di una donna di 79 anni: l’avrebbe avvelenata dopo un litigio. E’ altresì sospettata di aver ucciso nel 2003 un ex inquilino nel suo appartamento.

In un video ripreso dalle telecamere di videosorveglianza di San Pietroburgo si vede l’anziana avvolta in un impermeabile con cappuccio mentre trascina un sacco nero di plastica. L’ipotesi è che si tratti di parti del corpo di una delle sue vittime. La polizia ha ritrovato anche il presunto sacco: all’interno c’era un corpo senza testa e con gli arti smembrati.