Topo invisibile: il Riken scopre la formula che rende trasparenti i tessuti

Pubblicato il 1 Settembre 2011 17:16 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2011 16:37

Embrione in soluzione salina (destra) e in Scale (sinistra). Credit photo: Istituto Riken

TOKYO – Volevano studiare un modo per osservare i neuroni marcati con sostanze fluorescenti all’interno del cervello dei topi e si sono ritrovati con una sostanza che dona l’invisibilità. E’ accaduto all’istituto di ricerca giapponese Riken, specializzato in neuroscienza, che ha visto la sorpresa dei ricercatori nello scoprire che trattando l’embrione di un topo con “ScaleA2”, un composto di urea, glicerolo e sapone, le membrane divengono trasparenti.

La sorprendente tecnica è stata pubblicata su Nature Neuroscience dal gruppo di ricerca di Atsushi Miyawaki del Riken, che ha spiegato come “gli attuali esperimenti sono focalizzati al cervello dei topi, ma le applicazioni non sono limitati ai topi o al cervello. Pensiamo di utilizzare Scale anche su altri organi come il cuore, i muscoli, i reni ed i tessuti da biopsie di primati e uomini”.

Miyawaki ha poi osservato che il risultato ottenuto costituisce il principio di un nuovo metodo di indagine che permetterà lo svolgimento di esperimenti prima impossibili da realizzare. Osservare un topo trasparente sarà moto difficile: non solo per l’invisibilità, che sicuramente non aiuta, ma soprattutto perché Scale usato è un veleno letale per l’organismo.