Treviso, nude per un certificato medico sportivo: denunciato cardiologo

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 febbraio 2015 17:10 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2015 17:10
Treviso, nude per un certificato medico sportivo: denunciato cardiologo

Treviso, nude per un certificato medico sportivo: denunciato cardiologo

TREVISO – Per auscultare il battito le faceva spogliare quasi integralmente, facendole restare solo in slip. Per questo un noto cardiologo di Treviso si è visto notificare, in via cautelativa, un avviso di sospensione dall’attività medica, dopo la denuncia di due pazienti che lo hanno accusato di violenze sessuali. Secondo le indagini della Squadra Mobile di Treviso le vittime però sarebbero almeno sei. E non solo adulte: la più piccola ha poco più di 10 anni. A lui si erano rivolte per un banale certificato di sana e robusta costituzione, quello richiesto per le attività sportive non agonistiche. Ma, secondo l’accusa, spesso le visite si facevano più hard del dovuto.

L’uomo, secondo quanto riportato dal quotidiano il Gazzettino, corrisponderebbe al nome di Alessandro Malavisi, noto cardiologo residente a Mestre, che prestava servizio presso diverse strutture private di Treviso in qualità di medico sportivo. In particolare effettuava visite per una squadra sportiva, la Vedelago Calcio, ed è qui che avrebbe rivolto “particolari attenzioni” anche alle piccole atlete.

Alle iniziali sei denunce si sarebbero infatti aggiunte anche quelle di quattro giovanissime, tutte minorenni. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, l’uomo, con la scusa di sottoporle a visita cardiologica, le avrebbe accarezzate e palpeggiate in modo poco consono. Oltre a farle spogliare integralmente, quando sarebbe bastato alzare la maglietta e appoggiare lo stetoscopio sulla schiena. Tra le altre stranezze denunciate, poi l’indagato con la scusa di un sospetto gonfiore alle gambe avrebbe ipotizzato un problema di emorroidi, con conseguente ispezione rettale. Le pazienti lo lasciavano fare, pur restando basite, confidando nella professionalità del medico.

5 x 1000