Timoshenko condannata a 7 anni per abuso di potere: farà ricorso all’Ue

Pubblicato il 11 Ottobre 2011 16:03 | Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2011 16:07

KIEV – Iulia Timoshenko ha abusato del suo potere nel siglare i contratti per le forniture di gas russo nel 2009. Lo ha affermato il giudice Rodion Kireiev durante la seduta della mattina dell’11 ottobre del processo a carico della ex premier e attuale leader dell’opposizione ucraina. La sentenza del processo è arrivata nel primo pomeriggio. La Timoshenko è stata condannata a 7 anni di carcere.

Rodion Kireiev, questo il nome del magistrato, ha però affermato che Timoshenko ha abusato del suo potere nel siglare nel 2009, quando era premier, i contratti per le forniture di gas russo. Secondo il magistrato, la Timoshenko avrebbe “usato la sua autorità a fini criminali, commettendo atti che hanno oltrepassato chiaramente i suoi diritti e il suo potere”.

Migliaia di sostenitori della Timoshenko hanno manifestato davanti al tribunale distrettuale di Pechersk, a Kiev, dove era in corso il processo. Sul posto erano presenti centinaia di agenti in tenuta antisommossa. Dentro l’aula il giudice ha intanto pronunciato la sentenza di condanna.

Dopo la condanna, Iulia Timoshenko ha annunciato che ricorrera’ alla corte di giustizia europea. L’ex lady di ferro e’ stata condannata a sette anni, tanti quanti richiesti dell’accusa per abuso di potere per i contratti siglati con la Russia nel 2009, quando era premier. Alla lettura della sentenza, la Timoshenko ha spesso interrotto il giudice denunciando una condanna politica.Appreso della condanna a sette anni ha detto che continuerà “a lottare” per una Ucraina “libera e senza dittatura” e che si appellerà alla giustizia europea.

Il portavoce dell’alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea, Catherine Ashton, ha dichiarato: “La condanna a sette anni di Iulia Timonshenko puo’ avere ”conseguenze importanti” nelle relazioni tra la Ue e l’Ucraina”.

Le immagini del processo e degli incidenti (foto Ap/LaPresse):