Uganda. Condom troppo stretti, Aids dilaga nel Paese, giovani in rivolta FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2014 9:49 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2014 10:18

KAMPALA – I condom, o preservativi, in vendita o distribuiti gratis in Uganda sono troppo piccoli e questo rende vana la lotta all’Aids nel Paese in Africa dove l’Aids sta facendo passi indietro e l’Aids è in aumento. Dopo anni di declino l’Aids è di nuovo in aumento: ogni anni circa 80 mila persone muoiono di Aids.

“Alcuni uomini hanno organi sessuali più grandi [della media] e quindi hanno bisogno di condoms più grossi”, ha detto alla tv il parlamentare Tom Aza, che fa parte del Comitato parlamentare ugandese per la lotta a Hiv/Aids.

Il giornale di Kampala, capitale dell’Uganda, riferisce che i parlamentari dell’ Uganda sono stati sommersi di proteste. Il problema, rilanciano i deputati, è una minaccia alla lotta anti Aids. Mettendo in evidenza il fatto che nel caso di organi sessuali e preservativi non è possibile la taglia unica, Tom Aza ha detto anche: “Quando molti giovani hanno rapporti sessuali, a causa della pressione il condom troppo stretto scoppia”.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA GALLERY

Un altro deputato, Merard Bitekyerezo, ha detto alla tv: “Alcuni giovani lamentano che i condom che sono distribuiti spesso sono troppo corti e i loro organi non c’entrano”.

Un altro componente del comitato anti Hiv/Aids, Sarah Netalisile, ha detto che il problema della dimensione espone “i ragazzi e le ragazze più giovani e anche tutti quelli che usano preservativi, di contrarre Hiv e Aids”.

Ora il Parlamento dell’Uganda lancerà una campagna per ottenere forniture di condoms di maggiori dimensioni. Non è la prima volta che la dimensione del pene degli ugandesi costituisce un problema per i fornitori di condom.

Secondo il Times of India, nel 2006 il Consiglio per la ricerca medica in India accertò che oltre il 60 per cento degli uomini in Mumbai (Bombay) aveva il pene almeno 2,4 centimentri più corto delle dimensioni standard internazionali, con un deficit di 5 centrimetri per il 30 per cento degli uomini.

Non si hanno invece statistiche per le misure standard del pene in Uganda, anche se nel 2012 un movimento femminile in Uganda aveva chiesto il diritto al divorzio per le donne i cui mariti avessero un pene troppo grosso.

Un sito internet che ha raccolto le misure del pene in tutto il mondo, ha mancato di rilevare proprio quelle in Uganda. Procedendo per analogie, secondo il sito, everyoneweb.com, mentre la misura media in Italia, 12,50 centimetri, è anche più corta di mezzo centimetro rispetto all’ India ma il sito Medical Daily, riportando lo studio di un professore irlandese, Richard Lynn che li ha misurati tutti, ci dà di media 15,7 centimetri, quasi 4 più degli indiani), quella in Nigeria, altro Paese dell’Africa nera, è di 17 centimetri, in Angola 15,73, Burkina Faso 15,89, Camerun 16,65, Repubblica Centro africana 15,33, Chad 15,39, Congo 17,93, Costa d’Avorio 15,22, Gambia 15,88, Ghana 17,31, Senegal 15,89, Zambia 15,78, Zimbabwe 15,68, Sud Africa 15,29.

Il video dei legislatori che vogliono preservativi più grandi per la comunità: