Ulster. Corte, aborto per malformazioni, stupri, incesti

Pubblicato il 30 Novembre 2015 14:02 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2015 14:02
Una vittima di violenza sessuale

Una vittima di violenza sessuale

ULSTER, BELFAST – La Corte Suprema di Belfast ha dichiarato in contrasto con “i diritti umani” le norme restrittive in materia di aborto in vigore in Irlanda del Nord. La sentenza, secondo la Bbc, apre le porte all’interruzione di gravidanza in caso di malformazioni, stupro o incesto.

La legge dell’Ulster, che non applica l’Abortion Act in vigore dal 1967 nel resto del Regno Unito, permette finora gli aborti solo se la vita della donna e’ in pericolo o laddove la madre rischi gravi e permanenti conseguenze fisiche o psichiche a causa del parto.