Urla troppo quando fa sesso: ​denunciata da vicini, finisce in carcere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2015 11:06 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2015 11:06
Urla troppo quando fa sesso: ​denunciata da vicini, finisce in carcere

Gemma Wale

BIRMINGHAM – Gemma Wale, 23enne di Small Heath, alla periferia di Birmingham, quando fa sesso urla troppo. E questo non piace ai vicini che l’hanno portata davanti a un giudice che ha deciso di mandarla in carcere per un paio di settimane per “sesso troppo rumoroso”.

A sporgere denuncia contro Gemma Wale è stato un vicino di casa. La ha accusata di aver “gridato e urlato ad un livello di rumorosità” oltre il limite del tollerabile durante un rapporto sessuale. Urla che sono andate avanti per “una decina di minuti”.

L’accusa si è fatta subito seria dal momento che, come riporta il Daily Mail, la donna era già stata fatta oggetto di un avviso per comportamento anti sociale. La prestazione “troppo rumorosa”, avvenuta lo scorso gennaio, ha così costituito un’infrazione del regime di controllo a cui era stata sottoposta.

Il vicino di casa ha portato Gemma in tribunale e il Comune di Birmingham, proprietario dello stabile, a seguito della denuncia del vicino della donna, ha intentato una causa nei suoi confronti.

“Con le sue urla e i suoi gemiti – si legge nella sentenza del giudice Emma Kelly – la signora Wale è di nuovo incorsa in un comportamento anti sociale a cui si aggiungevano altre rumorose litigate con il suo fidanzato, insulti vari rivolti a un vicino e in generale atteggiamenti poco rispettosi degli altri abitanti dell’edificio”.