Usa, ragazze aggredite da 4 pitbull mentre fanno jogging

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Ottobre 2015 5:40 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2015 0:24

DELPHI – Due cugine stavano facendo jogging quando sono state aggredite da 4 pitbull affamati. I cani le hanno morse e sono passati 30 minuti prima che le due ragazze, Isabelle George e Rebekah Forgey, fossero salvate. L’aggressione è avvenuta in un campo di Carroll County, nello stato americano dell’Indiana, e le due sono state soccorse e ricoverate in gravi condizioni in ospedale. Gli animali, ha spiegato la polizia, hanno attaccato le giovani spinti da “una furia assassina dettata dalla fame”.

Federica Macagnone sul Messaggero riporta la storia raccontata dal Daily Mail, che spiega come le due ragazza stavano facendo jogging quando sono state assalite dagli animali. Il padrone dei cani, Richard Darter, è intervenuto per fermare gli animali quando ormai da mezzora si erano accaniti sulle due ragazze:

“Il tentativo purtroppo non è stato sufficiente e alla fine è stato azzannato anche l’uomo. Probabilmente i tre non sarebbero riusciti a liberarsi dalla morsa dei pitbull se non fosse sopraggiunta una donna che si era accorta di quanto stava succedendo mentre guidava in strada: con il suo camioncino si è spinta tra le siepi spaventando i cani che si sono dati alla fuga. A quel punto ha caricato i tre sul mezzo e li ha immediatamente portati in ospedale.

«È stata una scena da film dell’orrore – ha raccontato Shena George, madre di Isabella a WTHR – Quando le ho viste erano ricoperte di sangue e di morsi. È stato terribile. A Rebecca è stato strappato il 75 per cento del cuoio capelluto ed è ricoverata in terapia intensiva. Isabella ha il corpo ricoperto di morsi profondi. Adesso dobbiamo sperare che le ferite di entrambe non provochino infezioni»”.

Toby Leazenby, sceriffo della città, ha dichiarato che i 4 cani sono stati trovati e soppressi:

“«Quello che mi è stato descritto è un attacco di una ferocia incredibile. Le due ragazze hanno fatto di tutto per tentare di difendersi. Dalle ferite riportate mi pare abbastanza chiaro che i cani fossero letteralmente affamati. Per fortuna un automobilista di buon cuore si trovava a passare di lì: è stata una manna dal cielo, non è una strada molto trafficata e c’erano poche possibilità che qualcuno si trovasse lì esattamente in quel momento»”.

La visione delle foto è sconsigliata ad un pubblico sensibile.