Usa, violentata da prof a 14 anni. Giudici: lei non ha colpe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Settembre 2015 9:01 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2015 9:02
Usa, violentata da prof a 14 anni. Giudici: lei non ha colpe

(Foto d’archivio)

LOS ANGELES – Una ragazzina di 14 anni violentata dal professore non ha colpe, e non si può portare in tribunale la sua storia sessuale per metterla in cattiva luce e sostenere che abbia una qualche responsabilità: così ha deciso la Corte d’Appello di Los Angeles, esprimendosi su un caso di violenza sessuale alla scuola media Edison di Los Angeles. 

La sentenza arriva dopo che il tribunale di primo grado aveva sostenuto che la ragazzina fosse in parte colpevole dell’abuso sessuale subito da parte di un insegnante, Elkis Hermida, condannato a tre anni di prigione.

I fatti risalgono al biennio 2010-2011. In quel periodo per sette mesi la ragazzina subì le violenze del professore. Se in primo grado il tribunale aveva ritenuto parzialmente responsabile la vittima, la sentenza è stata ribalta in secondo grado con un risultato schiacciante: tre giudici su tre hanno stabilito che le informazioni sulla vita sessuale della adolescente non potevano essere portate a processo contro di lei.

Come ha spiegato il giudice Richard Kischner, “non esistono casi o leggi o ragioni valide che sostengano la nozione che studenti vittime di abusi sessuali da parte dei loro insegnanti possano essere ritenuti responsabili di quello che hanno subito”.