Venezuela, class action per le protesi al silicone difettose

Pubblicato il 7 Gennaio 2012 16:01 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2012 16:02

CARACAS (VENEZUELA) – Le donne venezuelane dichiarano guerra alla società francese che produce le protesi al seno difettose.

Circa 500 persone hanno deciso infatti di dare il via a una class action, un’azione legale comune, per chiedere il rimborso delle spese sostenute per l’operazione di chirurgia plastica. Una loro delegazione insieme con l’avvocato, si è presentata al Tribunale di Caracas per dare il via all’azione legale, che coinvolge anche i distributori locali delle protesi.

L’azienda francese (Pip) è accusata di aver usato un gel al silicone non approvato dalle autorità che potrebbe essere cancerogeno e provocare rotture improvvise, ipotesi finora non dimostrate. Il fondatore della società produttrice ha ammesso di aver usato un prodotto non certificato, ma ha sottolineato che non crea alcun pericolo per la salute.

A seguire le immagini delle donne e dell’avvocato fuori dal Tribunale di Caracas (foto Ap/LaPresse):