Vibratori “kosher”: rabbino ortodosso li vende online

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2015 16:58 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2015 16:58
Vibratori "kosher": rabbino ortodosso li vende online

Vibratori “kosher”: rabbino ortodosso li vende online

TEL AVIV – Vibratori kosher, ovvero “conformi”, “adatti a essere utilizzati” secondo  dettami della religione ebraica. A distribuirli è  un rabbino ortodosso israeliano, Natan Alexander, che con una raffica di interviste rilasciate da una colonia cisgiordana a mass media internazionali ha lanciato in queste settimane sul mercato un sito web specializzato nella vendita di “vibratori kosher” e di altri 200 prodotti analoghi. Secondo il rabbino, infatti, anche se in pubblico si mantiene uno stile di vita da timorati, nell’intimità della coppia è sicuramente lecito ricorrere a giocattoli sessuali.

Il tutto, tiene a precisare, in un’atmosfera castigata, senza cioè indulgere in immagini di donne discinte che sicuramente farebbero fuggire i clienti potenziali. Alexander, è nato 34 anni fa a Sydney, in Australia, in una famiglia laica e liberale dove era lecito discutere di tutto. Col tempo ha sviluppato un approccio religioso alla vita, senza però dimenticare le esperienze maturate nel periodo giovanile. Immigrato in Israele, ha intrapreso un’attività di educatore ma al tempo stesso ha avuto l’intuizione che era possibile arricchire la vita sessuale degli ebrei ortodossi creando per loro un ‘sex shop’ virtuale e asettico.

Chi entra nel suo sito “Better2gether” trova la mercanzia esposta in buon ordine, senza ammiccamenti né volgarità. Offre una vasta gamma di vibratori, anelli per il pene, lubrificanti, manette, incensi e anche, con un gesto di omaggio alla dottrina religiosa, una pagina di consigli pratici scritti in linguaggio pacato, confacente cioè al pubblico ortodosso. Sulla stampa israeliana la sua sortita è stata accompagnata da commenti improntati a scetticismo. Ma le autorità rabbiniche tacciono. Almeno finora, il rabbino Alexander non è stato dunque colpito – come forse si sarebbe potuto anticipare – né da strali ne’ da scomuniche. .