Vicenza, immigrato tenta di violentare la autista del bus: bimba chiama la polizia

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2019 19:36 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 10:59

Vicenza, tenta di violentare la autista del bus: fermato da un pensionato e da una bambina

VICENZA – Ha tentato di violentare una donna di 35 anni, autista del bus, ma è stato fermato da un pensionato che passava di lì e da una bambina, ed è stato arrestato. E’ accaduto a Vicenza, in via Carso, dove c’è il capolinea del tram.

In manette è finito un uomo nigeriano di 31 anni, irregolare in Italia, che già alcuni giorni fa aveva aggredito due agenti della Polfer che lo avevano trovato senza biglietto sul treno. 

L’uomo, Isaiah Ogboe, ha sorpreso l’autista della Svy quando, dopo una breve pausa, stava per ripartire alla guida del tram. Lui le è salito addosso, mettendosi a cavalcioni su di lei, e ha tentato di sfilarle i pantaloni. Ma la donna si è messa a gridare e un passante di 72 anni l’ha sentita ed è accorso. L’uomo ha messo in fuga il violento ed è riuscito anche a scattargli una foto con lo smartphone. 

Nella sua fuga il nigeriano ha fatto cadere una anziana donna di 78 anni, e a quel punto la nipotina che era con lei, una bambina di 10 anni, con lo smartphone della signora ha chiamato il 113. 

La polizia è intervenuta ed è riuscita a rintracciare ed arrestare l’aggressore, neutralizzandolo con uno spray urticante. Il giovane, arrivato in Italia nel 2016 come richiedente asilo, adesso dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità e interruzione di pubblico servizio. L’uomo si trova ora in carcere. 

Secondo quanto riferisce il Messaggero, l’uomo aveva ottenuto il permesso provvisorio come richiedente asilo ma la sua istanza era stata rigettata, così come pure il ricorso. L’uomo ha precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona. (Fonti: Ansa, Il Messaggero)