“E’ un porno ricatto”: Selvaggia Lucarelli descrive il video hard di Belen

Pubblicato il 14 Ottobre 2011 16:29 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2015 1:55
Selvaggia Lucarelli

ROMA – Come aveva promesso ieri 13 ottobre, Selvaggia Lucarelli svela nel blog “Pensatoio” tutta la storia del video hard che Belen Rodriguez avrebbe girato in Argentina con il suo ex fidanzato Tobias Blanco qualche anno fa.

A diffondere nel maggio 2010 la notizia del video fu la stessa Lucarelli dopo che Blanco aveva iniziato a girare per tutti i siti e le riviste di gossip per provare a vendere il filmino alla  “modica” cifra di 500mila euro. Il tentativo di fare l’affare da parte dell’ex fidanzato della showgirl argentina andò male. Tra i possibili compratori c’era anche Fabrizio Corona che, dopo aver rifiutato l’acquisto, finì per picchiare il ragazzo argentino.

Come in tanti hanno letto, il filmino ieri 13 ottobre sembrava essere apparso in rete in un link di “filesharing” che permetteva di scaricarlo. Oggi però sia la Lucarelli, sia alcuni siti che si sono occupati della notizia, raccontano che il sex tape sarebbe rimasto online solo per 4 ore per poi essere rimosso. Secondo altri siti però, il link che permette di scaricarlo sarebbe ancora attivo.

Insomma se il video si trova o non si trova non lo si capisce bene. La Lucarelli però descrive nel suo blog quello che si vede in questi 22 minuti: “Raccontarvi il contenuto di quei 22 minuti di effusioni spinte tra Belen e il galantuomo è un’impresa ardua. E forse anche premura piuttosto superflua, visto che durante quelle quattro ore in cui il video è stato online prima che venisse rimosso, credo l’abbiano visionato anche le comunità protestanti valdesi e i pastori altoatesini….C’era del sesso con tutto il campionario di sospiri, posizioni, ammiccamenti alla telecamera (fissa, su un comò o qualcosa di simile), qualche esclamazione forte, una musica agghiacciante in sottofondo. Fidatevi, una di quelle colonne sonore con cui a me sarebbe passata la voglia di farlo anche con Brad Pitt. Sembrerebbe un video di non molti anni fa, perchè Belen è già Belen. Bella in maniera vergognosa, ma donna, non certo adolescente. Più di questo, è impossibile raccontare, anche perchè, come potrete immaginare, sono cortometraggi in cui di trama ce n’è ben poca”.  

Anche Dagospia descrive a suo modo il video hard di Belen: “Sono online i 22 minuti (78 megabyte) di prodezze sessuali col suo ex ganzo argentino, musica agghiacciante, gatto sullo sfondo, ma lei bella come non mai (gran finale anale)”.

Ora sulla diffusione del filmato sta indagando la polizia postale probabilmente mossa da qualche denuncia arrivata da parte dei diretti interessati. Corona infatti sul filmino, come riporta Dagospia, ha dichiarato: “Belen a quei tempi era minorenne è gravissimo quello che è accaduto. Questa storia non finisce qui. Belen si è sentita stuprata nella sua intimità. Quelle immagini sono di due ragazzi che fanno l’amore. Non è un video porno.”