VIDEO YouTube – Eva Braun, film su bunga bunga: allusioni a Berlusconi e Minetti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2015 16:14 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2015 16:22
VIDEO YouTube - Eva Braun, film su bunga bunga: riferimenti a Berlusconi e Minetti

Una scena del film “Eva Braun”

ROMA – “Eva Braun” è il film sul bunga bunga del regista Simone Scafidi che ha rivelato che lo spunto per la sua pellicola, da 30mila euro, è stata un’intervista alla mamma di Nicole Minetti. E tutto, dalle ambientazioni ai personaggi, ricorda molto da vicino l’inchiesta del processo Ruby contro Silvio Berlusconi.

Alcuni passaggi della pellicola, sottolinea il Fatto quotidiano in un articolo a firma di Virginia Della Sala, combaciano perfettamente con le trascrizioni delle intercettazioni di quella pruriginosa inchiesta. Al posto di Berlusconi c’è il potente Pier, al posto della Minetti c’è Romy, sorta di maitresse che istruisce le cortigiane preparandole alle feste e ai party a base di sesso con l’uomo nella sua mega-villa.

“Pier è sempre pronto a tendere la mano anche a chi gli ha fatto qualche piccola cattiveria – spiega Romy nel film -. E’ una persona speciale, lui vorrebbe che tutti, attorno a lui, filassero d’ amore e d’accordo. Ed è lui, infatti, che mi ha insegnato a volere bene”. Parole ricalcate da un’intervista di Sabina Began al Corriere della Sera. Quando le cose volgono al peggio, Romy sbotta come la Minetti: “Non me ne frega un cazzo! Si sta comportando da pezzo di merda. Mi ha rovinato la vita. Mi ha tirato dentro questo casino e quando tutto esploderà, sarò io che me lo prenderò in culo. Lui salverà se stesso, il suo culo molle. E nemmeno mi ringrazia…”.

Lo “scandaloso” film sul bunga bunga uscirà in edizione home video in Inghilterra, al cinema in Germania, per la pay tv in Australia e sarà distribuito anche in Corea del Sud e Taiwan. “In Italia non avrebbe trovato nessuno disposto a finanziarlo”, ha spiegato Scafidi, soddisfatto perché su Amazon le copie in inglese sono andate esaurite in 24 ore.