Vittoria sul nazismo: le immagini della parata di Mosca

Pubblicato il 10 Maggio 2010 10:31 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 10:31

La Russia ha concluso in grande a Mosca la più importante parata per la vittoria sul nazismo di 65 anni fa. Centinaia di soldati, fra cui anche truppe americane, britanniche, francesi e polacche, grandi sfilate di carri armati, camion e missili, elicotteri e aerei hanno attraversato domenica 9 maggio la Piazza Rossa al grido degli “hurrà” e al suono delle bande per salutare le migliaia di veterani invitati dalle autorità di fronte al Cremlino. Fra gli ospiti illustri, spiccava l’unica donna presente, la cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha apparentemente approfittato della sua visita per discutere con il premier Vladimir Putin che d’altro canto conosce perfettamente il tedesco, per aver vissuto molti anni a Dresda come agente del Kgb.

Altri leader dell’Unione europea, fra cui il presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi e il presidente francese Nicolas Sarkozy, hanno dovuto invece declinare all’ultimo minuto l’invito per occuparsi della difficile questione economica dell’Ue. Assente anche il presidente americano Barack Obama. Ha aperto alle 10,00 di domenica  (le 08:00 italiane) la parata moscovita il presidente russo Dmitri Medvedev, rendendo omaggio ai veterani per la vincente resistenza alla guerra nazista, conclusasi nel maggio del 1945 con la presa di Berlino da parte dei sovietici.

La parata è stata la più importante dalla fine dell’Urss per il numero di soldati e di marinai che hanno sfilato, per la quantità di carri armati e mezzi blindati fino ai missili atomici intercontinentali Topol M, con il sorvolo di 127 fra aerei ed elicotteri. In totale più di diecimila soldati russi, insieme ai quali ha sfilato una rappresentanza di quattro paesi della Nato, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia francia e Polonia alleati dell’Urss nella Seconda Guerra Mondiale.

Per gli Stati Uniti c’era un distaccamento del secondo battaglione del 18 esimo reggimento di fanteria, la Gran Bretagna era rappresentata da 76 militari del primo battaglione delle Welsh Guards, per la Francia c’era una rappresentanza dello Squadrone Normandie-Niemen dell’aereonautica, mentre la Polonia ha inviato 75 soldati del battaglione da cerimonia dell’Esercito. Ha aperto la sfilata il presidente russo Dmitri Medvedev, che ha reso omaggio ai veterani ricordando la “vaccinazione contro il nazismo, il risultato della Grande guerra patriottica”, e ha apprezzato la partecipazione “della coalizione anti-hitleriana, testimonianza della nostra solidarietà”.