Zoran Ahmetovic, tenta di circoncidersi in carcere ma si evira

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2013 9:42 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2013 9:42

20130626_ahmetovic-eviratoRIMINI – Zoran Ahmetovic, l’uomo che dopo 15 anni ha confessato l’ omicidio del riminese Max Iorio (avvenuto il 19 marzo 1997 dopo una notte di sesso e stupefacenti) e che sta scontando la pena a 16 anni di reclusione nel carcere di Parma, ha tentato di circoncidersi in carcere con scarsi risultati, anzi drammatici. Zoran infatti nel tentativo di circoncidersi si è evirato (fonte Leggo).

La tentata circoncisione che ha fatto rischiare al detenuto un’emorragia sarebbe stata giustificata da «motivi culturali» ed è avvenuta il 14 giugno: in una lettera, datata 20 giugno e ricevuta oggi dal difensore Cinzia Bonfantini, Ahmetovic si dice pentito e di aver imboccato la strada della fede. Inoltre manda un messaggio alla famiglia della sua vittima e dà indicazioni precise, compreso la chiesa dove recarsi, per perdonarlo.