Accuse contro Ashton: “Prese fondi da Urss”

Pubblicato il 26 Novembre 2009 18:37 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2009 18:37
Ashton, neo ministro esteri Ue

Ashton, neo ministro esteri Ue

La neo Mrs Pesc ha ricevuto dei soldi dall’Urss e ad accusarla è Nigel Farage, leader del partito euroscettico britannico Uk Indipendence. La baronessa Catherine Ashton, neonominata Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza Comune della Ue è accusata di aver preso dei fondi dall’Unione Sovietica quando svolgeva l’incarico di tesoriere per l’organizzazione Campaign for Nuclear Disarmament (CND) al principio degli anni Ottanta.

«La baronessa ha lasciato il CND nel 1983 e da allora non ha mai più avuto rapporti con l’organizzazione. In quel periodo non ha mai visitato l’URSS, non ha mai avuto rapporti con l’URSS e non ha mai accettato del denaro da fonti riconducibili ai sovietici», ha fatto sapere il suo portavoce.

Farage ha rincalzato: «La Baronessa Ashton vuole forse negare che mentre era tesoriere ha accettato finanziamenti da organizzazioni che si opponevano alle democrazie Occidentali? Siamo sicuri di volere come nostro rappresentante per la politica estera qualcuno che era un’attivista in un’organizzazione come il CND? Io non credo sia la persona adatta a questo incarico».

«Sono state pubblicate alcune informazioni che dimostrano che la baronessa facesse parte di questo movimento marxista», ha detto al Times Krisjanis Karins, eurodeputato della Lettonia, «se questo è vero è una cosa inquietante: ci preoccupa il modo in cui la baronessa condurrà le discussioni con i nostri vicini orientali».