Alexandra de Taddeo, da ex amante di Griveaux a compagna di Pavlenski: gli ha dato lei il video? Ipotesi complotto

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Febbraio 2020 12:49 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2020 12:49
Alexandra de Taddeo, da ex amante di Griveaux a compagna di Pavlenski: gli ha dato lei il video? Ipotesi complotto

Alexandra de Taddeo, da ex amante di Griveaux a compagna di Pavlenski (nella foto Ansa): gli ha dato lei il video? Ipotesi complotto

PARIGI  –  Piotr Pavlenski, l’artista russo di 35 anni che ha pubblicato online sul proprio sito il filmato intimo dell’ormai ex candidato sindaco di Parigi Benjamin Griveaux, e la sua compagna, l’avvocato Alexandra de Taddeo, 29 anni, ex amante di Griveaux, sono stati fermati dalla polizia sabato 15 febbraio all’uscita di un hotel a Parigi. Sono accusati di violazione dell’intimità della vita privata e diffusione senza accordo di immagini a carattere sessuale.

Sarebbe stata proprio de Taddeo a fornire il video di pochi minuti pubblicato dal controverso body artist russo sul suo sito Pornopolitique. Con de Taddeo Griveaux, 42 anni, ex portavoce del governo, sposato e con tre figli, nel maggio del 2018 avrebbe avuto una relazione durante la quale le avrebbe mandato quei filmati di masturbazioni e frasi sulla famiglia e i figli definiti “come una prigione”. 

Proprio da qui Pavlenski aveva giustificato il suo atto: “Griveax è una persona che fa riferimento costante ai valori della famiglia, che afferma di voler essere il sindaco delle famiglie e cita sempre sua moglie e i suoi figli come esempio – ha spiegato Pavlenksi a Libération – . Ma fa il contrario”.

L’inchiesta di Parigi vuole capire il ruolo della donna, se fosse una semplice trappola con Griveaux, se abbia fornito lei i video a Pavlenski o se questi glieli abbia sottratti. 

Ma sotto la lente degli inquirenti è anche il ruolo di Juan Branco, 30 anni, giornalista investigativo e avvocato, tra gli altri, di Julian Assange e di alcuni gilet gialli, molto critico nei confronti del presidente Emmanuel Macron, di cui Griveaux è un fedelissimo. 

Come ricorda il Corriere della Sera, il 31 dicembre del 2019 Branco ha organizzato in un grande appartamento di Saint-Germain-des-Près una festa alla quale ha invitato anche De Taddeo e Pavlenski, il quale intorno alle 3 del mattino ha accoltellato due persone ed era da allora ricercato. Nei giorni scorsi Branco ha detto di aver “dato consigli a Pavlenski prima della pubblicazione dei video”. A lui l’artista russo avrebbe voluto affidare la propria difesa, ma la procura parigina si è opposta. E vuole capire se anche Branco abbia avuto un ruolo nella diffusione dei video costati a Griveaux la candidatura a sindaco di Parigi. (Fonti: Le Parisien, Libération, Il Corriere della Sera)