Amber Rudd, il ministro degli Interni britannico nella tempesta per aver ridotto il numero di poliziotti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2018 6:42 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018 6:20
Amber Rudd, il ministro degli Interni britannico nella tempesta per aver ridotto il numero di poliziotti

Amber Rudd, il ministro degli Interni britannico nella tempesta per aver ridotto il numero di poliziotti

LONDRA – Amber Rudd, ministro degli Interni britannico, sotto tiro per aver ridotto il numero di poliziotti in un momento in cui a Londra c’è un’ondata di omicidi.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Lady

Il ministro, sta per avviare una strategia in cui verrà chiesto alle società che gestiscono i social media un maggiore impegno per bloccare i video che esaltano la violenza.
Gli oppositori sostengono che il numero dei poliziotti è stato deciso dalla Rudd e Theresa May, il che ha lasciato le forze dell’ordine incapaci di far fronte alla crescente ondata di violenza.
Il presidente della Met Police Federation, ha detto ai ministri “ora basta” e “devono trovare il denaro per rafforzare la polizia”.

Il portavoce di Lib Dem Home Affairs, Ed Davey, ha dichiarato al Mail Online: “I ministri che sostengono sia tutta colpa dei social media, sarebbero più credibili se non avessero tagliato i fondi per la polizia di Londra e il resto dell’Inghilterra”.
“La realtà è che il numero di agenti è insufficiente, i crimini aumentano ed è ora che smettano di incolpare altre persone”.

Diane Abbott, ministro degli Interni nel governo ombra laburista, ha detto al Mail Online: “Questo governo ha ripetutamente omesso di convincere i giganti di Internet ad agire rispetto ai gravi reati, che si tratti di frodi online, incitamento all’odio, pornografia infantile o terrorismo”.
“La polizia non ha le risorse necessarie per affrontare questo problema e non è sufficiente chiedere semplicemente alle società dei social media di intervenire rispetto all’esaltazione del crimine violento”.
“Anziché invitare le società a fare una chiacchierata amichevole, il Labour si assicurerà che venga intrapresa un’azione reale. Ripristineremo anche 10.000 agenti di polizia, in modo che non si combatta il crimine con le mani legate”.
In Inghilterra e nel Galles il numero degli agenti è passato da 144.235 del 2010 ai 123.505 del 2017.
Dall’inizio del 2018, a Londra ci sono stati 50 omicidi. Logan, un ex sovrintendente di Scotland Yard ha affermato che l’ondata di violenza è il risultato di un numero ridotto di agenti e di servizi sociali “decimati” a causa dei tagli ai finanziamenti.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other