Merkel dura su Berlusconi: “Ma che dici, assurdo la Germania fuori dall’Europa”

Pubblicato il 28 settembre 2012 14:11 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2012 16:15

ROMA – Angela Merkel ha replicato duramente, tramite il suo portavoce, a Berlusconi per il quale un’uscita dalla Germania dall’Eurozona non sarebbe un dramma. E’ “assurdo”, testuale, ha dichiarato Steffen Seibert oggi a Berlino, commentando l’affermazione di ieri di Silvio Berlusconi. Il quale aveva pubblicamente affermato che “lo stato tedesco avrebbe dovuto essere paese solidale, e non lo è stato”. Aggiungendo poi la postilla abbastanza improbabile di una esclusione della Germania che però non è passata per nulla e Berlino ha prontamente stigmatizzato come un’assurdità bella e buona. Il pensiero corre, ovviamente, a quelle intercettazioni telefoniche in cui Berlusconi fu sorpreso a spendere giudizi poco lusinghieri, sia pur in privato, che mettevano in ridicolo la cancelliera Merkel sulla sua forma fisica (“la culona inchiavabile” ndr.). Insulto abbondantemente sfruttato sulle prime pagine dei giornali di area berlusconiana. Quella offesa non è stata dimenticata e, senza mai urtare il protocollo, Merkel non ha mai mancato di rifarsi, sia pur indirettamente. Accelerando la caduta del presidente del Consiglio italiano, a cominciare dai risolini con cui insieme all’allora premier francese Sarkozy aprì una conferenza stampa congiunta per deriderne la figura.