Austria. “Ammutinamento” nel partito: pirati tirolesi accusano Alexander Ofer

Pubblicato il 25 Maggio 2012 16:14 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2012 17:48

BOLZANO – I Pirati tirolesi hanno espulso dal loro direttivo uno dei suoi massimi rappresentanti. Il partito accusa Alexander Ofer, che solo poche settimane fa e' stato eletto in consiglio comunale a Innsbruck, di applicare ''uno stile di gestione autoritario''. Inoltre non avrebbe concesso la visione di alcuni documenti, come anche di un conto corrente di offerte al partito.

Per Ofer si tratta invece di un vero e proprio ''ammutinamento''. La convocazione dell'assemblea sarebbe avvenuta violando lo statuto e le persone interessate non sarebbero legittimate a rappresentare il partito dei Pirati, ha detto Ofer all'agenzia austriaca Apa.