“Bce vigili da subito sulle banche per attivare l’Esm”: il consigliere di Merkel

Pubblicato il 2 Luglio 2012 11:06 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 12:02

ROMA – ”Le nuove capacita’ dell’Esm potranno essere attivate soltanto dopo la realizzazione della vigilanza bancaria europea che e’ il primo passo da fare”. Lo sottolinea in una intervista al Corriere della Sera Kurt Lauk, presidente del consiglio economico della Cdu, spiegando che ”si tratta di trasferire la supervisione dalle autorita’ di controllo nazionale alla Bce, ampliandone quindi il suo mandato istituzionale. Ci vorranno settimane, forse mesi”.

”E mi aspetto – aggiunge – che passi al vaglio dei Parlamenti nazionali, visto che in Germania, ad esempio, passera’ dalla Bafin alla Banca centrale europea. La Spagna dovra’ aspettare, idem l’Italia”.

Sull’accordo raggiunto al vertice Ue, aggiunge, ”adesso i ministri delle Finanze dovranno negoziare i dettagli e l’esito del summit dipendera’ dai dettagli”.

”La trattativa – prosegue – e’ gia’ iniziata dietro le quinte” e che bisognera’ ”mantenere le procedure attuali, imponendo misure specifiche, Paese per Paese, su politiche di bilancio, spesa, flessibilita’ del mercato del lavoro e cosi’ via prima del via libera agli aiuti europei. In questo caso la troika conservera’ il diritto di presentarsi a Roma o a Madrid per controllare i progressi delle riforme”.

Monti, insomma, che e’ ”un personaggio molto solido e altamente rispettato”, ha pero’ ”commesso un grande errore nel dichiarare vittoria”.