Berlusconi “non prese soldi dalla mafia”. Il francese Le Monde rettifica e fa autocritica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 gennaio 2018 12:35 | Ultimo aggiornamento: 10 gennaio 2018 12:35
berlusconi-mafia-le.monde

Berlusconi “non prese soldi dalla mafia”. Il francese Le Monde rettifica e fa autocritica

ROMA – Berlusconi “non prese soldi dalla mafia”. Il francese Le Monde rettifica e fa autocritica. Il quotidiano parigino Le Monde ha pubblicato una rettifica in merito a quanto aveva scritto su Silvio Berlusconi e sulla Fininvest in relazione a presunti contatti con la criminalità organizzata.

La rettifica di Le Monde si riferisce a due articoli, del 4 agosto 2015 e del 10 luglio 2017, rispettivamente intitolati “Quando Berlusconi viene a patti con la Piovra” e “Quando Berlusconi trattava con Cosa nostra”.

Lo rende noto la Fininvest nel prendere atto della rettifica che compare non soltanto sull’edizione cartacea del quotidiano ma anche sul sito www.lemonde.fr.. “Nella precisazione – si legge nella nota – si riconosce che in Italia sono stati avviati diversi procedimenti penali per verificare se Berlusconi e il suo gruppo Fininvest avessero utilizzato capitali di provenienza mafiosa, ma dopo approfondite indagini, finalizzate soprattutto ad analizzare le dichiarazioni dei pentiti e i flussi finanziari di Fininvest, questi procedimenti hanno portato a provvedimenti di non luogo a procedere o di assoluzione. In queste sentenze definitive, riconosce Le Monde nella rettifica, non c’è alcuna prova che Fininvest e Silvio Berlusconi abbiano potuto beneficiare di somme di origine mafiosa, o che si siano dedicati a riciclare tali somme”.

Renato Brunetta: “Dopo l’Economist si scusa anche Le Monde”. “Passo dopo passo i vecchi detrattori del presidente Silvio Berlusconi fanno marcia indietro, con tanto di pubbliche scuse, e la verità viene lentamente ripristinata dopo anni di insulti, di assurde accuse e di fantasiose ricostruzioni che di giornalistico avevano, a dire il vero, ben poco. Dopo l”Economist’ tocca a ‘Le Monde’ cospargersi il capo di cenere e rettificare due articoli scritti nel 2015 e nel 2017 nei quali il nome del nostro leader veniva infangato e accostato a organizzazioni criminali del nostro Paese”. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other