Non dite a Boris Johnson che negli ospedali inglesi i bimbi malati dormono per terra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2019 16:44 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2019 17:27
Non dite a Boris Johnson che negli ospedali inglesi i bimbi dormono per terra

Il premier britannico Boris Johnson (Ansa)

ROMA – Gli hanno mostrato la foto di un paziente, un bambino di 4 anni adagiato su una pila di coperte per mancanza di letti all’ospedale di Leeds. Boris Johnson ha reagito male due volte: non l’ha capita la foto mostratagli, ha sequestrato il telefonino dle giornalista che gliela mostrava.

Brutta gaffe nello Yorkshire del premier conservatore britannico, favorito dei sondaggi in vista delle elezioni di giovedì. E impegnato oggi a far campagna in diversi collegi del centro-nord dell’Inghilterra di tradizione laburista. Ma euroscettica.

Concentrato a cercare di additare il leader del Labour, Jeremy Corbyn, come un “traditore” della Brexit, Johnson si è irritato di fronte al giornalista di Itv John Pike. Che lo incalzava invece sulla crisi della sanità pubblica del Regno (Nhs).

E gli mostrava una foto memorizzata sul proprio telefonino di un bambino di 4 anni, Jack Williment-Barr, ricoverato per sospetta polmonite a Leeds e sistemato in mancanza di letti per terra su una pila di coperte.

A un certo punto, Johnson ha strappato il telefono di mano a Pike e se lo è messo in tasca. Solo più tardi, quando l’episodio è venuto fuori sui media, ha chiesto scusa – in particolare alla famiglia del piccolo – definendo l’immagine “terribile”.

Il suo comportamento è stato bollato come “una totale vergogna” dalla ministra ombra della Sanità, Angela Rayner, e da altri esponenti laburisti. Che nelle ore precedenti avevano illustrato l’impegno a “cancellare l’austerity” e a investire proprio nei servizi sociali. E nell’Nhs come la priorità assoluta dei primi 100 giorni d’un ipotetico governo Corbyn. (fonte Ansa)