Brexit, Juncker gela May: “L’Ue non ridiscute l’accordo”. Si teme no deal

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 gennaio 2019 20:31 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2019 20:31
Brexit, Juncker gela May: "L'Ue non ridiscute l'accordo". Si teme no deal

Brexit, Juncker gela May: “L’Ue non ridiscute l’accordo”. Si teme no deal (Foto Ansa)

BRUXELLES – L’Unione europea dice no a qualsiasi nuova trattativa sulla Brexit, strada che aveva invece chiesto di intraprendere la Gran Bretagna con il voto di martedì sera alla Camera dei comuni.

“Il dibattito e il voto di ieri ai comuni non cambia questo: l’accordo di divorzio non sarà rinegoziato. L’accordo attuale resta il solo e il migliore possibile, lo abbiamo detto a novembre, ribadito in dicembre e poi a gennaio”, ha chiarito il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker.

Secondo Bruxelles si fa sempre più vicino il precipizio del no deal, l’uscita degli inglesi dall’Ue senza alcun accordo. “Il voto di ieri ha accresciuto del rischio di un ritiro disordinato del Regno Unito. Dobbiamo continuare a fare tutto il possibile per prepararci a tutti gli scenari, compreso il peggiore”.

Anche il capo negoziatore Ue al Parlamento europeo, Michel Barnier, ha ribadito la linea dura: “Ho difficoltà ad accettare questo gioco dello scaricabarile che alcuni” in Gran Bretagna “vogliono giocare contro di noi”, dal momento che la premier Theresa May “ha preso le distanze dall’accordo che aveva lei stessa negoziato”, ha detto, ricordando che l’Ue “ha sempre negoziato con e non contro la Gran Bretagna”.

La premier britannica, Theresa May, non si tira indietro e ha annunciato un imminente incontro con il leader dell’opposizione, il laburista Jeremy Corbyn.