Paul Golding e Jayda Fransen, condannati i leader di “Britain First”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 marzo 2018 6:11 | Ultimo aggiornamento: 9 marzo 2018 19:14
Jayda Frensen (foto Ansa)

Jayda Frensen (foto Ansa)

LONDRA – Paul Golding e Jayda Fransen, i leader di Britain First, movimento britannico di estrema destra, sono stati condannati rispettivamente a 36 e 18 settimane di carcere con l’accusa di molestie religiose aggravate a seguito di un episodio avvenuto il 5 maggio scorso nel Kent.

Golding e Fransen lo scorso maggio erano stati arrestati a seguito di un’indagine sulla distribuzione di volantini e la diffusione on line di video. Le parole e le azioni della coppia “hanno dimostrato ostilità” nei confronti dei musulmani e della fede islamica, ha sostenuto il giudice Justin Barron.

Lo scorso novembre, la Fransen è stata al centro dell’attenzione dei media internazionali quando Donald Trump aveva diffuso su Twitter tre video antii-islamici realizzati da militanti di Britain First.
Golding e Fransen, di Penge, sud-est di Londra, sono stati processati a gennaio, accusati rispettivamente di tre e quattro capi d’accusa di reato di odio.