Carlà, paladina della libertà (dei criminali eccellenti)

Pubblicato il 10 Marzo 2009 2:03 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2009 19:25

Forse per giustificare i soldi spesi per il viaggio in Messico e mostrare al mondo che le Presidént ( e con lui la moglie) non riposa mai,  Carla Bruni in Sarkozy si agita molto ai confini della politica. E che politica.

La grazia per Florence Cassez, 34 anni, condannata a 60 anni di carcere in appello per aver preso parte a svariati sequestri di persona in compagnia del fidanzato, Israel Vallarta, capo della banda criminale El Zodiaco: è l’ultimo regalo (in ordine cronologico) che la ‘pasionaria’ lady Sarkozy ha chiesto all’amato marito.

Giunge dopo la richiesta di negare l’estradizione in Italia dell’ex Br Marina Petrella per via delle sue condizioni di salute (soddisfatta), e la sollecitazione all’intervento del consorte per far sì che  il Brasile negasse il rientro verso le patrie galere del terrorista pluriomicida Cesare Battisti (ottenuto). Ora Carla Bruni, in Messico con il marito, vuole convincere il presidente messicano Felipe Calderon a chiudere un occhio e rispedire in patria la Cassez.