Carlo d’Inghilterra compie 70 anni e si candida a Re: “Non sarò invadente”

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 novembre 2018 7:03 | Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2018 20:28
Carlo d'Inghilterra compie 70 anni e si candida a Re: "Non sarò invadente"

Carlo d’Inghilterra compie 70 anni e si candida a Re: “Non sarò invadente”

LONDRA – “Non sarò un re invadente, non sono così stupido”: Carlo d’Inghilterra in un’intervista rilasciata alla Bbc parla per la prima volta della successione al trono, alla vigilia del 70° compleanno, il 14 novembre. Il primogenito della regina Elisabetta è il più vecchio erede al trono della storia, nel documentario “Prince, Son and Heir – Charles at 70” promette che quando diventerà re metterà uno stop alle campagne sull’ambiente, l’architettura e l’omeopatia, dicendo: “Non sono così stupido. Mi rendo contro che essere un sovrano è un esercizio distinto, comprendo appieno come dovrebbe funzionare”, scrive il Daily Mail.

“Ho cercato di fare in modo che tutto quanto fatto finora fosse non-partitico, e penso sia fondamentale ricordare che c’è spazio per un solo sovrano alla volta, non due. Attualmente io sono il principe di Galles. Ma l’idea che continuerò a comportarmi come ho fatto finora, se succederò a mia madre, non ha alcun senso perché le due situazioni sono completamente diverse”.

Il principe tuttavia sottolinea che non è pentito delle sue campagne nel corso degli ultimi cinquant’anni: “Mi chiedo sempre quale sia l’intromissione. Ho sempre pensato che fosse motivante”. Il documentarista John Bridcut ha rivelato che il principe si è risentito alla parola “intromissione” rispetto agli interventi e precisato che preferiva parlare di un’azione motivante.

Nel documentario Camilla ha rivelato che Carlo non sente il peso di dover diventare re, visto che “sa da tutta la vita che succederà. Tuttavia non pensa molto al proprio destino”. In “Prince, Son and Heir – Charles at 70” non manca il contributo di William ed Harry i quali rivelano che il padre lavora fino a tarda notte, spesso si addormenta sulla scrivania e i figli lo hanno trovato con post-it attaccati sulla fronte. 

William ha espresso il desiderio che il padre possa trascorrere più tempo con i nipoti George, Charlotte e Louis mentre Harry ha rivelato che quando Meghan ha saputo che il padre non l’avrebbe accompagnata all’altare, Carlo si è immediatamente proposto di farlo lui. Raramente rilascia interviste di natura personale. L’ultima è stata con il conduttore Jonathan Dimbleby nel 1994 quando ammise l’adulterio. E non ha mai voluto parlare della successione al trono. Sapeva che farlo avrebbe implicato parlare della morte di sua madre, la sovrana più longeva nella storia della Gran Bretagna.

Ma ora ha deciso di mettere a tacere coloro che negli anni lo hanno accusato di ingerenza in diversi argomenti politici e di aver messo a rischio l’imparzialità costituzionale della regina mettendo bocca su vari temi, dall’architettura all’ambiente.