Politica Europa

Catalogna, mandato di arresto europeo per Carles Puigdemont

mandato-arresto-puigdemont

Catalogna, mandato di arresto europeo per Carles Puigdemont (Foto Ansa)

MADRID – Nuovi sviluppi nella vicenda catalana: la procura di Madrid ha chiesto un mandato d’arresto europeo contro Carles Puigdemont e i suoi quattro ministri che si trovano con lui in Belgio e che non si sono presentati nella capitale spagnola per essere interrogati. Una mossa che segue la presa di posizione dello stesso ex presidente catalano, che mercoledì sera aveva ribadito di non voler tornare in Spagna denunciando “un processo politico” nei suoi confronti.

Intanto vengono ascoltati gli altri componenti della Generalitat. Il vicepresidente catalano destituito, Oriol Junqueras, è stato il primo ad arrivare giovedì mattina all’Audiencia Nacional che lo ha convocato insieme agli altri ex membri del Govern indagati per “ribellione”.

Anche la presidente del parlamento catalano, Carme Forcadell, imputata per ‘ribellione’, si è presentata alla sede del Tribunale Supremo di Madrid, dove deve essere interrogata da un giudice. Nella sede della Audiencia Nacional, a poche decine di metri di distanza, si trovano già i membri del Govern imputati in una causa parallela. Non dovrebbero rispondere alle domande del magistrato. Il President destituito Carles Puigdemont si trova invece a Bruxelles dove ha denunciato un “processo politico”.

Il giudice del tribunale supremo spagnolo Pablo Larena ha ordinato una “vigilanza” della polizia sulla presidente Forcadell e sui cinque altri membri della presidenza accusati di “ribellione” fino al loro interrogatorio rinviato al 9 novembre. La sorveglianza sarà effettuata grazie alla localizzazione dei loro telefoni cellulari, che consentirà di determinare la loro posizione in modo da poter effettuare possibili controlli in qualsiasi momento.

To Top