Conte a Merkel: “Soluzioni Ue su migranti o è la fine di Schengen”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 giugno 2018 20:50 | Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2018 22:43
Conte e Merkel a Berlino

Conte a Merkel: “Servono soluzioni Ue su migranti o addio a Schengen” (foto Ansa)

BERLINO – Per l’emergenza migranti “servono soluzioni europee, senza innescare dinamiche bilaterali che rischiano di costituire la fine di Schengen”. A dirlo è il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Conte è a Berlino per un vertice tra i due capi di governo ed è stato accolto con gli onori militari: “Le nostre frontiere sono quelle europee – ha aggiunto il premier italiano – l’Italia non può continuare a fare da sola” sui migranti.

“Potenziare Frontex e tutelare le frontiere esterne: affrontiamo i problemi di petto” ha risposto la Merkel a Conte per poi aggiungere: “Su richiesta dell’Italia, vogliamo aiutare anche con la nostra solidarietà [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play], la solidarietà in Europa è una cosa che la Germania accoglie a braccia aperte“.

“Sappiamo che l’Italia accoglie moltissimi profughi”. Per Merkel “è necessario stabilizzare la Libia e formare meglio la sua Guardia costiera”. “Dobbiamo far sì che la Libia – prosegue Merkel – possa prendersi cura dei migranti prima che partano verso le nostre coste, anche attraverso l’Oim o l’Unhcr.  Merkel ritiene che “la Germania sosterrà la solidarietà in Europa per quanto riguarda i migranti. Siamo concordi sulla necessità di difendere le frontiere esterne, grazie a Frontex. La lotta agli scafisti è uno dei compiti prioritari”.

Conte, al vertice ha parlato anche di disoccupazione e reddito di cittadinanza tanto caro a M5s. Il premier ha affermato che il “tema cruciale del mio governo è la lotta alla povertà e il reddito di cittadinanza, la riforma dei centri di impiego”.

“In sede di discussione del quadro finanziario faremo pesare la nostra voce per orientare i fondi europei verso misure di sostegno proprio a favore del’inclusione sociale” ha spiegato Conte. “Questa povertà alimentare riguarda 445 mila bambini sotto i 15 anni, quasi 200 mila anziani sopra i 65 anni e circa 100 mila persone senza fissa dimora”. “Il mio governo ha come obiettivo primario combattere la povertà, aiutare i disoccupati a reinserirsi nel mondo del lavoro”.

L’appello di Conte è stato raccolto da Merkel. “Sappiamo che l’Italia ha problemi con la disoccupazione giovanile. Anche su questo è importante collaborare. Possiamo dare dei suggerimenti in base all’esperienza con l’unificazione tedesca”.

E a tal proposito, giovedì a Lussemburgo, il ministro al Lavoro e allo Sviluppo economico Luigi Di Maio chiederà di incontrare, al consiglio dei ministri del Lavoro europei, il ministro del Lavoro tedesco. A spiegarlo è stato lo stesso ministro che punta all’incontro per avere “intenzione di portare avanti un progetto con loro visto che hanno i centri per l’impiego più efficienti d’Europa”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other