Coordinatrice dell’Udm di San Marino aggredita di notte davanti casa

Pubblicato il 22 Agosto 2010 19:00 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2010 19:30

Angela Venturini, coordinatore dell’Unione del Moderati di San Marino (partito nato dall’ accordo tra Popolari sammarinesi e Alleanza nazionale, e che fa parte della coalizione di governo) la scorsa notte è stata aggredita davanti alla porta di casa.

Secondo quanto la stessa Venturini ha raccontato alla televisione di Stato, dopo essere stata medicata in ospedale, ad aggredirla al buio è stato un uomo che l’ha gettata a terra e l’ha colpita alle spalle e, quando è caduta, ha continuato a prenderla a calci e pugni. La prognosi è di 10 giorni.

Sull’ accaduto sta indagando la gendarmeria. Angela Venturini aveva appena partecipato al dibattito conclusivo della Festa dell’Amicizia a Serravalle. ”Non capisco il perché. Credevo di dover morire. E le ferite interne bruciano molto di più dei lividi e dei punti di sutura. Certo, per colpire una donna sola alle spalle, serve un coraggio da leone”, ha detto, spiegando di non avere idea di chi possa essere l’autore di un gesto senza precedenti per la Repubblica.

Il Segretario di Stato alla cultura e Formazione della Repubblica, Romero Morri, ha definito l’aggressione ”un gesto vigliacco”, un atto di violenza ”non tipico della nostra tradizione e primo nella storia della Repubblica”. I Popolari sammarinesi, guidati da Romeo Morri, e dei quali il consigliere Angela Venturini è il numero due, durante le ultime elezioni politiche del 2008, avevano ricevuto pesanti minacce in seguito ad una denuncia presentata dal partito circa alcune operazioni immobiliari fatte a San Marino in odore di mafia.