Crisi Ue, l'allarme di Cameron e Merkel: “Fiscal compact non basterà”

Pubblicato il 7 Giugno 2012 16:05 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2012 16:22

BERLINO, 7 GIU – Il fiscal compact, l'accordo europeo sulla disciplina di bilancio, non sarà sufficiente per risolvere la crisi.

Ne sono convinti il premier britannico David Cameron e la cancelliera tedesca Angela Merkel, che lo hanno detto in un incontro con i giornalisti oggi a Berlino.

''Il patto di bilanzio può essere un elemento importante, ma non sarà sufficiente'', ha detto Cameron. Secondo la Merkel si tratta di ''una condizione necessaria ma non sufficiente'' per superare la crisi della zona euro.

Merkel: "Fiducia nella troika dei greci conta quanto gli aiuti". Il fatto che i greci ''credano'' che la crisi del Paese possa essere risolta con il piano della troika e si ''identifichino'' con quella soluzione ''e' molto piu' importante o almeno altrettanto importante della massa di denaro'' che viene corrisposta ad Atene. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel in un incontro con alcuni studenti, oggi a Berlino.

Alla Grecia, ha continuato Merkel, sono stati corrisposti complessivamente, secondo alcuni calcoli, aiuti pari ''almeno a 1,5 volte il pil del Paese'', mentre ''con il piano Marshall all'Europa gli Stati Uniti hanno dato aiuti per il 3% del pil europeo''.

Secondo Merkel dunque la questione della solidarieta' nei confronti di Atene riguarda soprattutto il fatto che in Grecia ci sia ''una identificazione con quello che noi abbiamo proposto'' come soluzione per l'uscita dalla crisi. ''Si crede che possa funzionare? Questo e' altrettanto importante che le somme di denaro''.