Difesa, una pioggia di miliardi, in Uk, Boris Johnson taglia gli aiuti al terzo mondo

di Giampaolo Scacchi
Pubblicato il 20 Novembre 2020 13:30 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2020 13:30
Difesa, una pioggia di miliardi, in Uk, Boris Johnson taglia aiuti al 3 mondo

Difesa, una pioggia di miliardi, in Uk, Boris Johnson taglia aiuti al 3 mondo

Boris Johnson guarda alle forze armate. Ha in testa di spendere in quattro anni 16,5 miliardi per la difesa.

È un’enorme iniezione di denaro per le forze armate britanniche. La più consistente da trent’anni a questa parte, riferisce Giampaolo Scacchi. Secondo le fonti, Johnson si appresta a annunciare che intende impegnare nell’arco di quattro anni £ 16,5 miliardi in più per la Difesa.
 
Secondo quanto riportato dal Daily Mail, l’annuncio è anche un tentativo di Borsi Johnson di scavalcare il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak. Che voleva dare alla difesa un aumento di appena 1,9 miliardi di sterline.

Un comando spaziale

Gli investimenti più cospicui riguarderanno un “comando spaziale”. Che nel 2022 lancerà il primo missile britannico e un nuovo caccia Tempest.
 
Altri miliardi saranno impegnati per l’intelligenza artificiale e la creazione di una National Cyber Force di hacker addestrati. Così da poter contrastare le minacce online dei nemici della Gran Bretagna.
 
La promessa del PM è arrivata a un giorno di distanza dalle dichiarazioni dell’Air Chief Marshal, Sir Mike Wigston, capo della RAF. In cui ha messo in guardia che le guerre del futuro potranno essere perse o vinte nello spazio.
 
Il budget totale della Difesa nel 2020 è di £ 45 miliardi, il che significa che in Europa la Gran Bretagna continuerà a essere la nazione che spende di più per la difesa e la seconda nella NATO.

Dove prenderemo i soldi per la Difesa?

Ma Ben Wallace, Ministro della Difesa, ha obiettato:”Non so dove andremo a prendere i soldi”.
 
Ammettendo, dunque, osserva il Daily Mail di non avere idea di come il governo troverà  £ 24 miliardi per la Difesa mentre la pandemia ha provocato in Gran Bretagna il più alto debito debito pubblico dal 1960. A settembre ha raggiunto il record di £ 2,06 trilioni poiché l’indebitamento ha colpito il 103,5% del prodotto interno lordo.
 
Ma non solo, c’è il timore che la spesa per gli aiuti destinati all’estero del Regno Unito verrà prosciugata.

Da dove verranno i fondi?

Alla domanda se il denaro verrà prelevato dalla spesa internazionale per lo sviluppo, Wallace ha affermato che la questione riguarda Rishi Sunak che la prossima settimana dovrebbe presentare la revisione della spesa annuale.

Il ministro ha dichiarato:”Non so dove andremo a prendere i soldi poiché non so se il Cancelliere abbia preso una decisione sul bilancio degli aiuti esteri o su altri bilanci”.