Elezioni Ucraina, Ianukovich presidente senza contrasti, Timoshenko ritira ricorso

Pubblicato il 20 Febbraio 2010 17:18 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2010 17:18

Iulia Timoshenko

Il premier ucraino Iulia Timoshenko, ex candidata alle elezioni presidenziali, ha ritirato il suo ricorso alla magistratura contro il risultato finale delle stesse elezioni, vinte al ballottaggio contro di lei dal leader dell’opposizione Viktor Ianukovich.

 La premier ha detto ai giudici di aver ritirato il ricorso in quanto non vede alcun senso nel continuare su questa strada vista l’impossibilità di difendere i suoi diritti. I giudici si sono ritirati dall’aula per prendere una decisione. Davanti ai giornalisti la Timoshenko ha accusato i giudici di parzialità. “E’ evidente – ha detto – che non c’é giustizia. Ho affrontato lo stesso problema davanti al quale si trovano altri cittadini del nostro paese: quello dell’impossibilità di difendere i propri diritti in tribunale” “Ho chiesto alla Corte di mettere fine a questo spettacolo”, ha aggiunto. I giudici della Corte amministrativa suprema avevano cominciato ieri ad esaminare il ricorso presentato dalla premier contro la vittoria “disonesta” del suo avversario al ballottaggio del 7 febbraio. Aveva enumerato davanti ai giudici violazioni quali la corruzione degli elettori, la presenza di persone decedute nelle liste elettorali ed il voto a domicilio usato in modo massiccio che è molto difficile da controllare. Yanukovich, che dovrebbe insediarsi il 25 febbraio, ha negato qualsiasi frode.

Il presidente ucraino uscente Viktor Iushenko si è congratulato oggi con il suo successore, il filo-russo Viktor Ianukovich, per l'”elezione legittima” a capo dello Stato, dopo che la candidata sconfitta e attuale premier Iulia Timoshenko ha ritirato il proprio ricorso alla magistratura contro il risultato finale delle elezioni. Lo ha reso noto la presidenza con un comunicato. Secondo quanto riferito, Iushenko “si è complimentato con Ianukovich per la sua elezione legittima” con una telefonata. Il presidente uscente ha detto altresì di augurarsi che l’opposizione lavori per l’unità degli ucraini, divisi tra russofili, nel sud e nell’est, e anti-russi nell’ovest. Il comunicato è pervenuto poco dopo la decisione della premier ucraina Iulia Timoshenko, ex candidata dell’opposizione alle presidenziali, di ritirare il ricorso alla magistratura contro il risultato finale delle elezioni. Ianukovich, che diventerà formalmente capo dello Stato il prossimo 25 febbraio, era stato sul punto di accedere alla carica già nel 2004, ma l’esito delle consultazioni fu annullato per frode in seguito alla ‘Rivoluzione arancione’ filo occidentale, guidata dalla ‘pasionaria’ Iulia, che portò alla presidenza Iushenko.