Se l’euro collassa la Gran Bretagna chiuderà le porte agli immigrati

Pubblicato il 28 Maggio 2012 18:42 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2012 18:43

euroLONDRA – Londra si sta già preparando a fronteggiare l’uscita della Grecia dall’euro ed eventualmente al collasso della moneta unica. Se questo scenario diventasse realtà la Gran Bretagna avrebbe già pronto un piano da sfoderare per l’emergenza immigrazione.

Il Daily Telegraph parla di progetti di intervento messi a punto dal ministro dell’Interno Theresa May che vorrebbe persino rispolverare i visti per i cittadini Ue.

Il punto di partenza della teoria inglese è il seguente: se crolla la Grecia, l’effetto domino potrebbe trascinare l’Irlanda, la Spagna, forse anche l’Italia.

Il mercato unico avrebbe ripercussioni enormi e, nonostante Londra non sia nell’euro, ne risentirebbe. Il piano May chiuderebbe così le porte agli immigrati o almeno metterebbe seri ostacoli sul loro percorso: più richieste per lavorare in Gran Bretagna e per avere il visto.