Francia: figlio del deputato ultra-conservatore Villiers accusato di stupro dal fratello

Pubblicato il 25 maggio 2010 16:28 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2010 16:50

L'eurodeputato Philippe de Villiers

Scandalo in Francia: Guillaume de Villiers, figlio dell’eurodeputato ultraconservatore Philippe de Villiers, è stato denunciato alla corte d’assise dopo che suo fratello minore Laurent l’ha accusato di stupro.A riferire la vicenda sono fonti giudiziarie, confermando una notizia pubblicata sul sito internet del settimanale Le Point.

Secondo quanto si legge sulla stampa francese, all’epoca dei fatti i due fratelli erano ancora minorenni. Guillaume, che oggi ha 31 anni, è accusato di aver stuprato a più riprese suo fratello Laurent, oggi venticinquenne, “tra il gennaio 1995 e il dicembre 1996”, ha precisato la fonte.

Laurent de Villiers, figlio minore del presidente del Movimento per la Francia (Mpf), aveva sporto denuncia nel 2006 contro il fratello maggiore, che accusava di molestie sessuali durante la loro infanzia. In un primo tempo quest’ultimo era stato messo sotto controllo giudiziario.

Ma nel giugno 2007 Laurent aveva scritto una lettera al giudice istruttorio in cui diceva di “non voler dar seguito alla denuncia contro il fratello”, preferendo una “riconciliazione familiare”. Qualche mese dopo, un altro giudice incaricato del dossier, aveva però deciso di fare chiarezza sui motivi di questo dietrofront. Una circostanza che ha portato Laurent ad accusare nuovamente il fratello.

Consulente per lo sviluppo internazionale delle aziende, sposato e padre di tre bambini, Guillaume de Villiers ha sempre negato i fatti di cui è accusato.