Francia, il ministro Besson è stufo: "Passa le giornate su Twitter"

Pubblicato il 7 Dicembre 2011 17:07 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2011 17:18

PARIGI, 7 DIC – Non ha piu' voglia di fare politica e si appresterebbe a lasciare tutto per il mondo del pallone, il ministro Eric Besson, uno dei fedelissimi del presidente Nicolas Sarkozy, finito un po' in secondo piano da quando e' passato dal ministero dell'Immigrazione a quello dell'Industria. Lo scrive oggi il quotidiano Le Monde, sottolineando che Besson sarebbe sempre piu' tentato dall'assumere la direzione di un club di calcio, l'OGC di Nizza, citta' nella quale si reca regolarmente da qualche tempo.

''Besson e' totalmente svogliato. Passa le sue giornate su Twitter'', avrebbe tuonato dietro alle quinte lo stesso Sarkozy, riferendosi alla passione di Besson per il celebre social network. Besson invia tra i 20 e i 44 tweets al giorno, per la gioia dei suoi 19.000 abbonati. Intervenendo alla tv France 5 lo scorso 27 novembre, egli stesso non ha fatto mistero del suo desiderio a lasciare la politica. ''In politica non ho piu' ambizioni strettamente personali – ha affermato l'ex socialista di 53 anni, passato nelle fila di Sarkozy – Ho detto che un giorno, ma non so quando, tornero' verso il settore privato''. E ancora: ''Sono molto felice di essere stato membro di questo governo per cinque anni''. Ma ''il ministero non e' divertente''.

Besson – che gia' da un po' di tempo non viene piu' convocato per le riunioni bilaterali con Sarkozy – ''non fa piu' nulla'', sottolinea un suo collega di governo citato da Le Monde. Anche se dal suo entourage assicurano che rimarra' al suo posto fino all'ultimo e contribuira' alla campagna elettorale di Sarkozy, in vista delle elezioni presidenziali del 2012. Besson, che l'anno scorso, quando era ancora ministro dell'Immigrazione, era finito al centro delle polemiche per il giro di vite su immigrazione e Rom, si e' sposato di recente con la giovanissima, Yasmine Tordjman, 24 anni, studentessa di arte a Parigi, nipote della moglie dell'ex presidente tunisino Habib Bourghiba e dell'uomo d'affari Tarak Ben Ammar. Per il viaggio di nozze, i due avevano scelto le bellezze di Capri.