Francia: Sarkozy improvvisa discorso in treno, ma era un imitatore

Pubblicato il 31 luglio 2010 13:53 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2010 13:53

Nicolas Sarkozy (quello vero)

”Una imitazione più vera dell’originale”: giura il quotidiano Liberation. In un treno ad alta velocità partito da Parigi per il sud della Francia, i passeggeri sono rimasti sorpresi da un improvviso discorso del presidente della Repubblica, Nicolas Sarkozy.

O almeno erano in molti a pensare che si trattasse proprio di lui, vista l’inverosimile somiglianza con la voce dell’originale. Dopo aver annunciato ai passeggeri un ritardo di cinque minuti, il controllore passa il microfono al “capo dell’Eliseo”, che dice di avere al suo fianco in cabina. ”Viaggiatori, avrò anch’io cinque minuti di ritardo, e questo significa che non godo di alcun privilegio”, ironizza la voce diffusa da tutti gli altoparlanti del treno, aggiungendo: ”Volevo ricordarvi che anche d’estate bisogna applicare la regola del ‘lavorare di più per guadagnare di più”‘, uno degli slogan preferiti dal presidente transalpino.

”Nei vagoni, la sorpresa si mischia all’incredulita”, dice Liberation, raccontando che ”alcuni ridevano sotto ai baffi, altri di meno, ma nessuno ha osato dire niente tanto l’imitazione sembrava reale”.