Gb, iPad vietati in consiglio dei ministri: si temono microspie

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2013 21:33 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2013 21:34
Gb, iPad vietati al consiglio dei ministri: si temono microspie

David Cameron con il suo iPad

LONDRA – La paura da Datagate approda al Parlamento britannico: d’ora in avanti i ministri di Londra non potranno più portare i loro iPad nelle riunioni del consiglio dei ministri.

Secondo il sito del Daily Mail, il divieto è stato introdotto per evitare che i tablet vengano usati da potenze straniere per spiare l’attività del governo di David Cameron.

Il tabloid cita alcuni alti funzionari britannici per i quali Paesi come Cina, Russia, Iran, e Pakistan avrebbero sviluppato dei virus informatici per iPad e cellulari in grado di trasformare questi strumenti in microspie. Il governo di Pechino, in particolare, ha investito molte risorse nelle tecnologie per la guerra elettronica e lo spionaggio.

Non è l’unica misura che è stata presa dai ministri britannici. Quando sono impegnati in colloqui riguardanti la sicurezza nazionale devono inserire i loro smartphone all’interno di speciali scatole insonorizzate per evitare, anche in questo caso, che qualche hacker possa attivare il microfono e carpire i segreti di Londra.