Gb, uno studio rivela: contro il crimine sono più efficaci i cittadini dei poliziotti

Pubblicato il 13 luglio 2010 13:44 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2010 14:53

David Cameron

L’unico modo per battere i diffusissimi comportamenti ‘anti-sociali’ nelle città britanniche è educare i cittadini a intervenire in prima persona. Lo sostiene un rapporto della Royal Society of Arts che riprende il concetto della ‘Big society’, la grande partecipazione della società civile allo Stato, cavallo di battaglia di David Cameron durante l’ultima campagna elettorale.

Utilizzando un modello di partecipazione sociale che si sviluppò alla fine del 1800 in un piccolo centro a sud di Londra (Woolwich), il rapporto ipotizza che i cittadini dovrebbero essere più coinvolti nella protezione della comunità e si dovrebbero offrire loro corsi di autodifesa, per poter vigilare da soli sulla sicurezza.

Soprattutto in vista dei tagli alla polizia, che sottrarranno agenti dalle strade. Secondo il rapporto – stilato dall’ex consigliere di Downing street, Ben Rogers- i britannici oggi temono che riprendere chi compie atti anti-sociali possa ritorcersi contro di loro, e per questo tendono spesso a evitare di prendere posizione.