Gb. Vicepremier Nick Clegg sospettato di aver insabbiato scandalo sessuale

Pubblicato il 26 Febbraio 2013 12:52 | Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2013 12:53

Il vicepremier Nick Klegg

LONDRA, GRAN BRETAGNA – Il vicepremier britannico, il lib-dem Nick Clegg, si difende a spada tratta e nega di aver insabbiato uno scandalo sessuale all’interno del suo partito. ”Non ho assolutamente nulla da nascondere, perche’ dovrei?”, ha detto il vicepremier, rispondendo alle pressanti domande sulla vicenda di Lord Rennard, figura di spicco dei lib-dem, accusato di molestie sessuali da parte di alcune donne del partito.

Mentre Scotland Yard ha reso noto che aprira’ un’indagine, Clegg, che dapprima sosteneva di essere totalmente all’oscuro dei fatti, ha poi ammesso di conoscerli solo ”in termini generali”, per poi tornare sull’argomento, fornendo ulteriori dettagli. ”Il problema e’ che fino alla scorsa settimana, non mi erano arrivate accuse specifiche – ha spiegato il leader lib-dem – Abbiamo considerato problemi generici che ci erano stati riferiti un po’ di tempo fa”.

A far emergere lo scandalo e’ stato giovedi’ scorso Channel 4, che aveva mandato in onda la testimonianza di due simpatizzanti del partito che denunciavano le presunte molestie di Rennard e il comportamento dei dirigenti lib-dem che avrebbero insabbiato le loro accuse. Clegg ha anche detto di aver chiesto in passato a uno stretto collaboratore, Danny Alexander, numero due del Tesoro, di parlare con Rennard e chiedergli spiegazioni sulle voci che si sentivano nel partito.

Ma il lord ha respinto tutte le accuse. Lo scandalo pero’ potrebbe non rimanere confinato nel partito: la polizia ha reso noto che avviera’ un’indagine sugli abusi. I lib-dem, intanto, hanno avviato un’inchiesta interna e hanno promesso di tenere costantemente informata Scotland Yard.

In difesa dei dirigenti del partito si è pronunciato il ministro per le Attivita’ Produttive, Vince Cable: ”Io e Nick Clegg non sapevamo assolutamente nulla e le accuse sono state prese molto seriamente”. Questo nonostante che il Mail On Sunday riferisse di un messaggio via facebook del gennaio 2009, scritto da una delle vittime, che proverebbe il contrario.

Giovedi’ scorso l’emittente Channel 4 ha mandato in onda la testimonianza di due simpatizzanti del partito che denunciavano i comportamenti di Rennard. Una di loro, Alison Smith, ha raccontato un abuso subito sei anni fa: ”Lord Rennard mi toccava le gambe mentre parlavamo e poi mi chiese di andare nella sua camera da letto”.

La donna ha spiegato di aver tentato piu’ volte di denunciarlo ai dirigenti lib-dem ma senza ottenere alcun risultato. Frattanto il partito di governo ha avviato un’inchiesta interna sul lord, che continua a negare ogni accusa.