Germania, salario minimo per legge: 8,50 euro l’ora

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2014 12:25 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2014 12:27
Germania, arriva il salario minimo per legge: 8,50 euro l'ora

Angela Merkel (Foto Lapresse)

BERLINO – In Germania arriva il salario minimo: 8,50 euro l’ora. Non solo: la Grosse Kaolition di Angela Merkel è pronta a varare anche una legge per calmierare gli affitti nelle città più care. Entrambe sono due misure volute dalla Spd per sostenere il mercato interno e aiutare i ceti meno abbienti. La prima, approvata, entrerà in vigore nel gennaio del 2015 e sarà applicato a tutti i contratti di lavoro di persone maggiorenni.  

Esclusi, quindi, restano solo i disoccupati da lungo tempo (circa sedicimila tedeschi) e i giovani che iniziano un apprendistato, lavoro ma anche corso di qualificazione professionale.

Secondo i calcoli del governo, usufruiranno del salario minimo circa 3,7 milioni di lavoratori dipendenti, soprattutto residenti nella parte orientale della Germania, la ex Ddr, dove gli stipendi attuali sono più bassi.

Critici molti economisti, compresa la Confindustria tedesca (la Bda): temono che il salario minimo aumenterà i costi per le aziende, portandole a licenziare. 

Attualmente il salario minimo per legge esiste in ventuno dei ventotto Stati membri dell’Unione europea. Si va dagli 1,04 euro orari della Bulgaria agli 11,10 euro del Lussemburgo.

L’istituzione per legge di un salario minimo era stata una delle condizioni alle quali i socialdemocratici hanno vincolato il proprio ingresso nella grande coalizione.