Germania, c’è il governo: accordo sulla Grande Coalizione Cdu-Spd

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2018 14:53 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 14:53
Accordo raggiunto in Germania per la Grande Coalizione Cdu-Spd

Angela Merkel e Martin Schulz (Foto Ansa)

BERLINO – In Germania è stato raggiunto un accordo sulla Grande coalizione: dopo una notte di trattative tra i socialdemocratici della Spd e i conservatori della Cdu il governo è stato fatto.

I socialdemocratici tedeschi hanno ottenuto i ministeri delle Finanze, degli Esteri e del Lavoro nelle trattative della Grosse Koalition. Nella scorsa legislatura il dicastero delle Finanze era occupato da Wolfgang Schaeuble, ‘falco’ del rigore della Cdu. Alla Cdu sono andati i ministeri di Economia e Difesa, mentre Horst Seehofer della Csu diventa ministro dell’Interno, dopo essere uscito ammaccato dalle elezioni di settembre e dalla trattativa interna al suo partito con il superfalco Markus Soeder, che gli ha sfilato la guida del Land della Baviera.

Il dicastero dell’Interno, nelle mani dei cristiano sociali, sarà “valorizzato” con dei comparti speciali dedicati al tema dell’edilizia e della patria, scrive la Dpa, citando fonti vicine alle trattative.

Secondo la Bild il leader socialdemocratico Martin Schulz dovrebbe diventare il ministro degli Esteri, mentre il collega di partito Olaf Scholz, attualmente sindaco di Amburgo, dovrebbe diventare ministro delle Finanze.

 

Ora i termini dell’intesa, raggiunta ad oltre quattro mesi dalle elezioni di settembre, verranno illustrati ai circa 450.000 iscritti all’Spd. La consultazione dovrebbe durare tre settimane e solo allora, con il placet della base, la Germania potrà avere davvero un nuovo governo. Schulz teme i cosiddetti Jusos, i giovani, particolarmente ostili a una nuova alleanza con la Cancelliera Angela Merkel.