Giustizia europea: da Bruxelles il passaporto Ue che tutela le vittime di violenza

Pubblicato il 14 Dicembre 2010 17:50 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2010 19:16

Assicurare protezione a tutte le vittime di violenza o stalking in tutti gli Stati membri: questo l’obiettivo dell’Ordine di protezione europeo (Ope) approvato oggi a larghissima maggioranza dal Parlamento Ue.

Con 610 voti a favore, 13 contrari e 56 astensioni, gli eurodeputati hanno dato il loro via libera ad una misura che vuole estendere a tutto il territorio comunitario un ordine di protezione decretato al giudice di un singolo Paese.

Nonostante la maggior parte delle misure di protezione nazionali riguardino le donne vittime di violenza di genere, la nuova legislazione comunitaria copre le vittime di qualsiasi reato. Non vengono invece coperte da questo strumento le vittime di organizzazioni criminali mafiose o da gruppi terroristici.

A richiesta della vittima, la protezione potrà essere anche estesa ai suoi familiari. Il testo approvato dal Parlamento ha trovato l’appoggio della presidenza belga della Ue, ma non ancora quello degli Stati membri, che dovranno approvarlo a maggioranza qualificata perché diventi legge nella Ue.

[gmap]