Google: ricerche truccate. Antitrust Ue pronta a mega multa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2015 9:22 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2015 9:22
Google: ricerche truccate. Antitrust Ue pronta a mega multa

Google: ricerche truccate. Antitrust Ue pronta a mega multa

ROMA – L’antitrust Ue si prepara a un’azione contro Google, che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali la Commissione europea avrebbe chiesto alle aziende che hanno denunciato Google il permesso di pubblicare alcune informazioni depositate inizialmente in via confidenziale. Un segnale, secondo gli esperti, che prelude all’azione legale. Una decisione di agire contro Google aprirebbe un caso di alto profilo, il più alto da Microsoft che pagò all’Unione Europea 1,7 miliardi di euro di multe nel 2012.

Negli Stati Uniti, nonostante il parere favorevole a un’azione legale dei funzionari dell’antitrust (Federal Trade Commission), alla fine i Commissari Ftc accettarono delle correzioni che Google mise in pratica volontariamente, tutt’altra cosa rispetto alla mega sanzione per abuso di posizione dominante nella ricerca sul web.

Lo stesso abuso contestato in Europa (il 90% della ricerca online è sua), laddove Google non solo favorisce i suoi contenuti a scapito dei concorrenti (siti di shopping, viaggi ecc…) che retrocede nelle posizioni periferiche della ricerca online, ma si impossessa dei contenuti altrui con la minaccia di delistarli dalla ricerca. Stesso discorso con la pubblicità (chi ci prova a farla con motori di ricerca differenti su Google praticamente non esiste).

Margrethe Vestager, il commissario europeo alla concorrenza, sembra più incline a non perseguire l’obiettivo di un accordo che il suo predecessore Almunia fallì per tre volte: le aziende penalizzate da Google, pronte a lasciare che l’antitrust pubblichi le contestazioni finora tenute top secret, sono la prova che il tiro della Ue è stato aggiustato in direzione dell’azione legale.