Gran Bretagna/ Parla Jacqui Smith, l’ex segretario agli Interni coinvolta nello scandalo delle note spese: “Nel mio lavoro conta soprattutto la fortuna”

Pubblicato il 18 Luglio 2009 9:43 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2009 9:43

132051_LLP128_APTutto merito della fortuna. O quasi. Jacqui Smith, ex segretario agli Interni del governo inglese, racconta in un’intervista al magazine Total Politics il suo rapporto con il potere e con gli incarichi che ha ricoperto in carriera. Non nasconde la consapevolezza di essere stimata dagli inglesi, nonostante alcune disavventure come il suo coinvolgimento nello scandalo delle note spese dei ministri britannici. Lo scorso mese, chiedendo pubblicamente scusa, ha rassegnato le dimissioni, dicendosi imbarazzata per l’accaduto.

Dall’inchiesta del Telegraph, infatti, era risultato che la Smith si era fatta rimborsare, facendolo passare come un esborso dovuto alla sua carica, il noleggio di un film porno da parte di suo marito.

Polemiche a parte, la Smith ricorda che ogni volta che si è trovata ad accettare un incarico di prestigio abbia avuto la sensazione di essere totalmente inadeguata. Afferma pure che la cosa più difficile di assumere una carica è che non esiste una vera e propria preparazione al lavoro e proprio per questo, dice, la fortuna, nel suo successo, ha contato più delle reali capacità.